Salta al contenuto

Articoli della categoria ‘Statuto e regolamento’

8
Apr

Convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci 2016-17

A tutti i gentili Soci del Circolo della Pulce,

Oggetto: Convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci
Si comunica che l’ Assemblea in oggetto avrà luogo presso la saletta interna del Ristorante Sapore di Mare (Lungomare Vittorio Veneto 32) in data 23 Aprile 2017 alle ore 00,10 in prima convocazione, e  DOMENICA 23 APRILE p.v. DALLE ORE 18:00 IN SECONDA CONVOCAZIONE, per discutere e deliberare sul seguente
ORDINE DEL GIORNO:

  1. Approvazione bilancio consuntivo 01.01.2016 – 31.12.2016
  2. Approvazione bilancio preventivo 01.01.2017 – 31.12.2017
  3. Un anno di Circolo
  4. Varie ed eventuali

Ringraziando tutti coloro che vorranno partecipare personalmente si ricorda a chi non potesse intervenire che potrà farsi rappresentare da altro Socio che ne abbia i requisiti, munito di semplice delega. Si ricorda anche che il Circolo, per tutto ciò che fa, ha come unica entrata il ricavato di contributi volontari e  delle iscrizioni, per questo mi permetto di rammentare a chi non lo avesse ancora fatto, il versamento della quota per l’anno  2017 (Euro 15,00 se unico iscritto – Euro 10,00 se più iscritti dello stesso nucleo famigliare).  Cordiali saluti

Il Presidente pro tempore  (Eleonora Mastellone)

Associazione Culturale Apartitica senza scopo di lucro “CIRCOLO della PULCE” fondata il 04 Giugno 2010 – Rapallo – Via Langano, 32 C.F.: 91043450104

DELEGA di RAPPRESENTANZA e VOTO:

Oggetto: delega.

Io sottoscritto/a (Cognome/Nome Socio delegante) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

impossibilitato/a ad intervenire all’Assemblea dei Soci che si terrà il giorno 23.04.2017 presso la Saletta interna del Ristorante Sapore di Mare – Lungomare, Rapallo –  dalle ore 18,00 alle 22,00

DELEGO

il/la Socio/a. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

a rappresentarmi all’Assemblea stessa e nelle eventuali decisioni conseguenti il punto 4) dell’ O.d.G.

Fin da ora preciso di approvare pienamente il suo operato.

Cordiali saluti.

. . . . . . . . . . . . . . . , lì . . . . . . . . . . . . . . . .

(luogo) (giorno/mese/anno)

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

(firma del Socio delegante o diversa  autorizzazione)

Per convalida

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .(Il Presidente)

N.B.:un Socio può farsi rappresentare, nell’Assemblea, da un altro Socio che abbia diritto al voto

bilancio-2016-2017-circolo-della-pulce-filigrana

 

 

 

riunione direttivo circolo 2

 

1
Mag

Assemblea Ordinaria dei Soci e rinnovo cariche sociali (terza convocazione)

A tutti i gentili Soci del Circolo della Pulce, ricordo come da sunto pubblicato di seguito:
Convocazione Assemblea Ordinaria dei Soci
Si comunica che l’ Assemblea in oggetto avrà luogo in data 11 Giugno 2015 alle ore 21:00 in terza convocazione,(vedi specifica di seguito) presso la sala interna del Ristorante Sapore di Mare (Passeggiata a mare) – Rapallo, per discutere e deliberare sul seguente

ORDINE DEL GIORNO
1. Approvazione bilancio consuntivo 01.01.2014 – 31.12.2014
2. Approvazione bilancio preventivo 01.01.2015 – 31.12.2015
3. Elezioni 2015 per componenti Direttivo e Revisori
4. Parziale modifica al punto 13 dello Statuto (da: – Il Consiglio direttivo è composto da 7 membri – a : Il Consiglio direttivo è composto da almeno 5 membri ed un massimo di 7)
5. Varie ed eventuali
Ringraziando tutti coloro che vorranno partecipare personalmente si ricorda a chi non potesse intervenire che potrà farsi rappresentare da altro Socio che ne abbia i requisiti, munito di semplice delega. Si ricorda anche che il Circolo ha come unica entrata il ricavato delle iscrizioni, per questo mi permetto di rammentare a chi non lo avesse ancora fatto, il versamento della quota per l’anno  2014-2015 (Euro 15,00).
Cordiali saluti
Il Presidente pro tempore: Carlo A. Martigli
Associazione culturale apartitica senza scopo di lucro “CIRCOLO della PULCE”
fondata il 04 Giugno 2010 – Rapallo – Via Langano, 32 C.F.:91043450104

DELEGA di RAPPRESENTANZA e VOTO:
Oggetto: delega.
Io sottoscritto/a (Cognome/Nome Socio delegante) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
impossibilitato/a ad intervenire all’Assemblea dei Soci che si terrà il giorno 11.06.2015 presso Sala interna Sapore di Mare (Passeggiata a mare), Rapallo – ore 21,oo
DELEGO
il/la Socio/a. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
a rappresentarmi all’Assemblea stessa e nelle eventuali votazioni.
Fin da ora preciso di approvare pienamente il suo operato.
Cordiali saluti.
. . . . . . . . . . . . . . . , lì . . . . . . . . . . . . . . . .
(luogo) (giorno/mese/anno)

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
(firma del Socio delegante o mail accompagnatoria di autorizzazione)

N.B.: un Socio può farsi rappresentare, nell’Assemblea, da un altro Socio che abbia diritto al voto.

Per impegni dovuti alla complessa organizzazione da parte del Circolo dell’evento “Domenica in Libertà” e come già espresso a voce da molti dei Soci nonché dal Direttivo e visto l’importante appuntamento per l’ assemblea di quest’anno in cui si vota anche il nuovo Direttivo, l’assemblea del 30.04 15 è andata deserta. La nuova Assemblea è stata fissata per giovedì 11.06.15 alle ore 21.00 presso il Sapore di Mare – Lungomare – Rapallo.
Per permettere alla maggioranza dei Soci di esprimere la propria preferenza di voto si potrà votare sin dalle ore 21.00 e sino a fine Assemblea. Nella scheda saranno presenti tutti i nomi dei Soci che hanno espresso ad un membro del Direttivo, la propria disponibilità ad essere eletti , si apporranno 7 preferenze per eleggere il Direttivo più due per i Revisori. In tale scheda sarà anche riportata la modifica al punto 13 dello statuto ovvero da: – Il Consiglio direttivo è composto da 7 membri – a : Il Consiglio direttivo è composto da almeno 5 membri e un massimo di 7
Ove ogni votante potrà esprimere il consenso o il diniego. Vista l’importanza dell’ordine del giorno si esortano i Soci ad essere presenti o a farsi rappresentare con delega. Grazie

bilancio 2014-2015

28
Mar

Statuto del Circolo della Pulce

STATUTO Associazione Culturale “CIRCOLO della PULCE”

Premesso:

che il “Circolo della Pulce” è apartitico e  chi aderisce deve RISPETTARE le opinioni di ognuno mettendosi in ascolto, PER il rispetto del fine, NEL rispetto delle persone, COL rispetto dei fatti, siano questi compiuti dal singolo socio o dal Circolo;

che la premessa è parte integrante e sostanziale dello statuto:

Art. 1- In data quattro Giugno duemiladieci, in Rapallo

E’ costituita l’Associazione culturale denominata “CIRCOLO della PULCE” con sede in Rapallo Via LANGANO, 32. Essa è un’associazione di fatto, indipendente,  apartitica, con durata illimitata nel tempo e senza scopo di lucro, regolata a norma del Titolo I Cap. III, art. 36 e segg. del Codice Civile, nonché del presente Statuto.

Art. 2 – L’Associazione si prefigge di:

  • promuovere la vita sociale, la cultura, le tradizioni, gli avvenimenti , che interessano la società moderna in genere, con particolare attenzione a quelli riguardanti la propria città  svolgendo la propria attività prevalentemente nell’ambito cittadino, provinciale o regionale.
  • rappresentare le  aspirazioni della popolazione del territorio;
  • tenere informata la popolazione e offrire a chiunque, nel rispetto delle pari opportunità, la possibilità di esprimere le proprie opinioni sugli argomenti sopra elencati; facilitare e incentivare la circolazione di idee e progetti per una comune crescita civile, umana, socio-economica e politica che rappresenti le aspirazioni della popolazione del territorio

 

Art. 3 – L’Associazione “Circolo della Pulce” intende raggiungere i suoi fini:

  • curando e promuovendo  momenti di incontro, di discussione e di collaborazione con  organizzazioni Sociali, Sportive, Culturali, di Volontariato,  di Categoria, Politiche o comunque atte al raggiungimento del fine.

 

Art. 4 – L’Associazione “Circolo della Pulce ” è aperta a tutti coloro che, interessati alla realizzazione delle finalità indicate nell’art. 2, desiderino offrire la propria collaborazione e che abbiano i requisiti  richiesti; non possono iscriversi coloro che, al momento della domanda, risultino iscritti ad un partito politico o  siano esplicitamente attivi in favore di un partito politico o che siano sottoposti alle restrizione previste dall’Art.2 del DPR del 20.03.67 (norme disciplina elettorato)

  • Risultano soci fondatori tutti coloro che hanno sottoscritto il presente statuto.
  • Sono soci ordinari tutte le persone maggiorenni che, avendone i requisiti e  intendendo aderire all’associazione, presentano la propria richiesta al Consiglio direttivo e si impegnano sia al versamento della quota annuale, che alla collaborazione effettiva alle attività promosse dall’associazione.
  • Sono soci sostenitori i soci ordinari che verseranno liberamente una quota superiore a quella prefissata.
  • Sono soci simpatizzanti, tutti coloro che, non avendo i requisiti richiesti nel presente articolo, al momento della presentazione della domanda di iscrizione, aspirino a diventare soci ordinari, o diano un significativo contributo alla crescita del circolo e/o al raggiungimento dello scopo. Tali soci parteciperanno solo alle riunioni aperte a tutti o a quelle in cui il Direttivo avrà espresso parere favorevole, tali soci, saranno tenuti a versare  quote libere. I soci simpatizzanti non hanno diritto di voto in assemblea.
  • Sono soci onorari, tutti coloro, individuati in persone od enti, che in qualsiasi modo contribuiranno efficacemente al raggiungimento delle finalità nominati dal Direttivo; i soci onorari non hanno diritto di voto in assemblea.
  • La quota non è trasmissibile  e non è soggetta a rivalutazione.

Art. 5 – L’ammissione come soci ordinari a coloro che ne fanno richiesta mediante domanda scritta, è deliberata dal Consiglio direttivo. In caso di non ammissione è concesso appello, entro 30 giorni, all’organo di controllo.

Art. 6 – Tutti i soci sono tenuti a rispettare le norme del presente statuto e l’eventuale regolamento interno, secondo le deliberazioni assunte dagli organi preposti. In caso di comportamento difforme, che rechi pregiudizio agli scopi, al patrimonio dell’associazione o agli stessi soci, il Consiglio direttivo dovrà intervenire ed applicare le seguenti sanzioni: richiamo, diffida, espulsione dall’Associazione.

I soci espulsi possono ricorrere all’organo di controllo per iscritto entro trenta giorni dalla data del provvedimento.

Art. 7 – Tutti i soci, fondatori, ordinari e sostenitori, hanno diritto di voto, se in regola col versamento delle quote,  per l’approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’associazione. Il diritto di voto si matura come da Regolamento interno o in mancanza di questo dopo quattro mesi di iscrizione.

Art. 8 – Le risorse economiche dell’associazione sono costituite:

  • dalle quote associative;
  • da contributi da parte di enti o privati.

La quota associativa annuale è stabilita dal Consiglio direttivo. Eventuali contributi straordinari sono stabiliti dall’assemblea, che ne determina l’ammontare.

Le elargizioni in danaro, le donazioni e i lasciti, sono accettate dal Consiglio Direttivo che è tenuto a informarne l’assemblea unitamente al loro impiego.

È vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

Art. 9 – L’anno finanziario inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno.

Il Consiglio direttivo deve redigere i bilanci preventivo e consuntivo. Tali bilanci devono essere approvati dall’Assemblea ordinaria ogni anno entro il mese di aprile.

Essi devono essere depositati presso la sede dell’Associazione entro i 15 giorni precedenti la seduta per poter essere visionati dai soci che intendono consultarli.

Art. 10 – Gli organi dell’Associazione sono:

  • l’Assemblea dei soci; (soci fondatori, ordinari e sostenitori)
  • il Consiglio direttivo;
  • il Presidente;
  • i Revisori o Organo di controllo.

. Art. 11 – L’Assemblea dei soci, assicura una corretta gestione dell’Associazione ed è composta da tutti i soci fondatori, ordinari e sostenitori,  ognuno dei quali ha diritto ad un voto, qualunque sia il valore della quota, se in regola col versamento della quota stessa,  le votazioni, salvo decisioni straordinarie del Direttivo, saranno espresse in modo palese.

Essa è convocata almeno una volta all’anno in via ordinaria, ed in via straordinaria in caso di richiesta del Consiglio direttivo o da almeno un terzo degli associati (soci fondatori, ordinari e sostenitori)

L’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, è valida e delibera in prima convocazione con la presenza e col voto favorevole della maggioranza dei soci; in seconda convocazione la validità prescinde dal numero dei presenti.

La convocazione avviene mediante avviso pubblico affisso all’albo della sede almeno 15 giorni prima della data prevista per l’assemblea o con altri mezzi idonei per lo scopo.

Delle delibere assembleari deve essere data pubblicità mediante affissione all’albo della sede del relativo verbale o con altri mezzi idonei per lo scopo.

Art. 12 – Oltre ad esercitare le funzioni amministrative l’assemblea ordinaria ha i seguenti compiti:

  • elegge il Consiglio direttivo e i Revisori;
  • approva i bilanci preventivi e consuntivi;

L’Assemblea straordinaria delibera sulle modifiche dello Statuto e sull’eventuale scioglimento dell’Associazione.

All’apertura di ogni seduta l’assemblea elegge un presidente ed un segretario che dovranno sottoscrivere il verbale finale.

Il presidente dell’assemblea è nominato dall’assemblea stessa oppure presiederà il presidente del Consiglio Direttivo ed in caso di impedimento il Vice-Presidente, il quale è assistito dal Segretario. Nell’occasione di rinnovo delle cariche sociali sarà assistito anche da due scrutinatori scelti dal Presidente fra i soci intervenuti all’Assemblea. Spetta al Presidente concedere il diritto di intervento e constatare la regolare costituzione dell’Assemblea. Delle riunioni dell’Assemblea verrà redatto processo verbale, firmato dal presidente e dal Segretario.

Art. 13 – Il Consiglio direttivo è composto da  7 membri, eletti dall’Assemblea fra i propri componenti. E’ competenza del Consiglio direttivo eleggere al proprio interno il Presidente, il Vice Presidente, il Segretario ed eventuale Cassiere.

  • Il Presidente ed in sua assenza il Vice-Presidente rappresenta l’Associazione nei confronti dei terzi, salvo le eventuali deleghe o mandati conferiti a singoli componenti del Consiglio Direttivo. Il Presidente coordina tutte le attività.
  • Il Segretario cura la verbalizzazione delle sedute dell’Assemblea dei soci e del Consiglio Direttivo, cura la corrispondenza ed i comunicati. Il Cassiere tiene la contabilità inerente ai fatti della gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione; ha la facoltà altresì su autorizzazione del Presidente di effettuare riscossioni e pagamenti inerenti alla gestione dell’Associazione.
  • I Revisori, salvo diversa deliberazione dell’assemblea, si compone di due membri, scelti anche fra non soci ed eletti dell’Assemblea; essi rimangono in carica un triennio. In caso di morte, di rinuncia o di decadenza di un revisore, subentrano i revisori supplenti in ordine di voti. I nuovi revisori scadono insieme con quello in carica. Se con i revisori supplenti non si completa il collegio deve essere convocata l’Assemblea perché provveda all’integrazione del collegio medesimo. I Revisori eseguono il controllo della gestione contabile dell’Associazione e riferiscono su di essa all’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio.
  • In caso di dimissione, decadenza  o comunque di diminuzione di uno o più membri del Consiglio direttivo, il/i sostituto/i saranno eletti da una Assemblea straordinaria al luopo convocata. Nel caso in cui la diminuzione o le dimissioni riguardassero la maggioranza dei membri del Consiglio Direttivo si dovranno indire nuove elezioni. La stessa procedura sarà applicata per i Revisori o Organo di controllo.

Il Consiglio direttivo è validamente costituito quando sono presenti 3 membri. I membri del Consiglio direttivo svolgono la loro attività gratuitamente e durano in carica 3 anni. L’intero Consiglio direttivo o anche un suo singolo componente, possono essere revocati dall’Assemblea con la maggioranza di 2/3 dei soci(soci fondatori, ordinari e sostenitori). I componenti del Consiglio direttivo decadono automaticamente nel caso siano assenti non giustificati a tre riunioni consecutive del Consiglio.

Art. 14 – Il Consiglio direttivo è l’organo esecutivo dell’associazione, si riunisce in caso di necessità ed è convocato:

  • dal Presidente;
  • da almeno 3 dei componenti, su richiesta motivata;
  • dai soci (soci fondatori, ordinari e sostenitori) su richiesta motivata e sottoscritta da almeno il 30% degli stessi.

Il Consiglio direttivo ha tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione.

Nella gestione ordinaria i suoi compiti sono:

  • approva eventuale Regolamento interno;
  • predisporre gli atti da sottoporre all’Assemblea;
  • formalizzare le proposte per la gestione dell’Associazione;
  • elaborare il bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno;
  • elaborare il bilancio preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo;
  • stabilire gli importi delle quote annuali delle varie categorie di soci;

Di ogni riunione deve essere redatto verbale che resta a disposizione dei Soci a semplice richiesta.

Art. 15 – Il Presidente dura in carica tre anni, è il legale rappresentante dell’Associazione e svolge le seguenti funzioni:

  • convoca e presiede il Consiglio direttivo;
  • sottoscrive tutti gli atti amministrativi compiuti dall’Associazione;
  • può aprire e chiudere conti correnti bancari e postali e procedere agli incassi;
  • conferisce ai soci procura speciale per la gestione di attività varie, previa approvazione del Consiglio direttivo.

Art. 16 – I Revisori o Organo di controllo è composto da due soci eletti dall’Assemblea al di fuori dei componenti del Consiglio direttivo. Dura in carica tre anni ed ha le seguenti funzioni:

  • verificare periodicamente la regolarità formale e sostanziale della contabilità;
  • redigere apposita relazione da allegare ai bilanci preventivo e consuntivo;
  • decidere insindacabilmente, entro trenta giorni dalla presentazione del ricorso, sulle decisioni di espulsione e sui dinieghi di ammissione.

Art. 17 – Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’assemblea straordinaria. Il patrimonio residuo dell’ente deve essere devoluto ad associazione con finalità analoghe o per fini di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo di cui all’art. 3, comma 190 della legge 23.12.96, n. 662.

Art. 18 – Le cariche elettive vengono svolte in modo totalmente gratuito.

Art. 19 – Per quanto non previsto dal presente statuto valgono le norme di legge vigenti in materia.

NORMA TRANSITORIA: entro un anno dalla data odierna sarà convocata Assemblea che nominerà il Direttivo definitivo e i Revisori; a tale Assemblea avranno diritto di voto tutti i soci,( fondatori, ordinari e sostenitori) che lo avranno maturato come da Regolamento interno o in mancanza di questo, iscritti da almeno  quattro mesi.

Art. 20 – Risultano essere soci fondatori della Associazione “Circolo della Pulce” i firmatari del presente statuto, i Signori: Ahmed Yasser,  Basso Alberto, Caccamo Maria, D’Amato Angela, Dellepiane Stefano, Modaffari Giancarlo, Molinaris Nadia Amalia, Papini Luca, Podestà Stefano, Raggio Giovanni, Baroni Rivieccio Franca, Panizzi Luca, Rettig Caterina.

 

 

11
Mar

Regolamento interno del Circolo

REGOLAMENTO INTERNO del CIRCOLO della PULCE

1. Iscrizioni e rinnovi.

Le nuove iscrizioni possono essere accettate da qualsiasi socio del Circolo e consegnate ad un qualunque membro del Direttivo che provvederà a versare al Presidente o all’eventuale Cassiere entro il primo Consiglio Direttivo utile e comunque entro e non oltre 30 giorni, la scheda sottoscritta e la quota riscossa.

Nel caso la richiesta di iscrizione sia respinta dal Direttivo è onere e responsabilità del proponente restituire la quota versata dal candidato non accettato.

Il rinnovo dell’iscrizione è effettuato tramite il versamento della quota annuale presso un qualunque membro del Direttivo; esso deve essere effettuato entro il mese di febbraio di ogni anno; oltre tale data l’iscrizione si intende decaduta e il soggetto che volesse ancora far parte del Circolo dovrà effettuare una nuova iscrizione.

Nel caso il Socio che debba rinnovare sia materialmente impossibilitato può darne comunicazione al Direttivo e ne verrà mantenuto lo status, in attesa del versamento della quota, per il periodo di mesi tre, durante i quali, però non avrà potere di voto e non avrà alcun altra prerogativa tra quelle riservate ai soci in regola.

La validità dell’iscrizione decorre dalla data di ratifica del Consiglio Direttivo.

2. Pubblicità dell’Assemblea.

Come da Statuto, la data e il luogo in cui si terrà l’Assemblea dei Soci devono essere adeguatamente pubblicizzati. L’avviso sarà affisso all’Albo dell’Associazione (luogo definito dal Consiglio Direttivo) , sarà pubblicato sul sito Internet dell’Associazione (www.circolodellapulce.it), sulla pagina Facebook dell’Associazione, e sarà inviata email a tutti i soci.

3. Svolgimento dell’Assemblea.

Sono ammessi al luogo ove si svolge l’Assemblea solo ed esclusivamente i soci ordinari e sostenitori in regola con il pagamento della quota associativa annuale (a meno che non sia data comunicazione di Assemblea aperta a tutti)

L’Assemblea si apre con il saluto e la relazione del Presidente uscente, quindi hanno facoltà di intervenire i membri uscenti del Consiglio Direttivo che potranno parlare soltanto del lavoro svolto fino al momento dell’Assemblea.

Tutti i soci intervenuti possono chiedere di essere iscritti a parlare e hanno a disposizione quattro minuti nei quali possono esprimere le proprie opinioni, ma non esprimere dichiarazioni in relazione alla loro eventuale candidatura quali membri del Consiglio Direttivo o quali Revisori dei Conti.

Il Presidente uscente e/o i membri uscenti del Consiglio Direttivo hanno facoltà di rispondere alle domande e di trarre le conclusioni del dibattito, sia subito dopo un intervento di un socio, che alla fine di tutti gli interventi, a loro discrezione.

Si passa, quindi, alle dichiarazioni dei candidati per l’elezione del Consiglio Direttivo e dei Revisori dei Conti: ognuno ha a disposizione cinque minuti per fare le proprie proposte.

4. Elezione degli organi associativi.

Possono votare per l’elezione del Consiglio Direttivo e dei Revisori dei Conti e possono prendere parte ad altre eventuali elezioni straordinarie i soci in regola col pagamento delle quote al momento dell’Assemblea e che abbiano maturato almeno quattro mesi di iscrizione.

Alla prima Assemblea dei Soci, in ragione della recente nascita del Circolo e della vicinanza tra la prima campagna tesseramento e l’Assemblea, sono straordinariamente ammessi al voto tutti i soci in regola col pagamento delle quote a prescindere dall’anzianità di iscrizione.

Nel caso in cui un socio sia impossibilitato ad intervenire di persona all’Assemblea è sua facoltà delegare un altro socio a votare in sua vece. Ogni socio non può raccogliere più di 4 deleghe di voto.

Entro le ore 12 del giorno precedente a quello dell’Assemblea possono essere presentate le singole candidature per il Consiglio Direttivo e i Revisori dei Conti. E’ candidabile qualsiasi socio in regola con il pagamento delle quote associative al momento dell’Assemblea.

Le schede per lo svolgimento delle elezioni saranno stampate a cura del Direttivo e riporteranno i nomi dei candidati. Il voto sarà segreto e sarà espresso apponendo una “X” a fianco dei candidati prescelti. Sarà possibile esprimere fino a 7 preferenze per l’elezione del Direttivo e 2 per l’elezione dei Revisori .

E’ consentita l’elezione “per acclamazione”, quando un gruppo di 7 persone  per il Consiglio Direttivo e di 2 persone per i Revisori siano chiaramente identificati ed inequivocabilmente acclamati dalla quasi totalità dei soci presenti.

Lo spoglio dovrà avvenire subito dopo il termine delle operazioni di voto, pubblicamente, alla presenza di tutti i soci e la proclamazione degli eletti dovrà avvenire prima della fine dell’Assemblea.

Nell’elezione dei membri del Consiglio Direttivo e dei Revisori dei Conti da parte dell’Assemblea e nell’elezione del Presidente, del Vicepresidente e del Segretario da parte dei membri del Consiglio Direttivo, in caso di parità di voti viene eletto il socio avente la maggiore anzianità di iscrizione e in caso di coincidenza di tali date, viene eletto il socio avente maggiore età anagrafica.

In caso di dimissione di un membro del Consiglio Direttivo il suo sostituto sarà eletto dall’Assemblea all’uopo convocata, nei modi sopra indicati.

4. Valore del voto del Presidente nelle decisioni del Consiglio Direttivo.

In caso di parità di voti, il voto del Presidente vale doppio.

N.B. : si considera Albo dell’Associazione il sito www.circolodellapulce.it

4
Giu

Statuto fondativo, registrato il 13-07-2010