Salta al contenuto

Articoli taggati ‘Circolo della Pulce’

25
Apr

Il suo nome di battaglia era Stambecco

Ci sono ricordi che spesso son splendide pagine di storia, ma che quasi sempre restano chiusi nel cuore di chi quel ricordo lo ha vissuto. Gli anni però passano, e ogni anno che passa si percepisce sempre più che in molti vivono la libertà quasi con noia, se non con arroganza, così come se fosse scontata, allora è giusto, togliere dal cassetto della propria vita il ricordo e raccontare.
Io son cresciuta sulle ginocchia di un papà con le ruote, perché era abbastanza normale, a quei tempi incontrare persone così. Lui come tanti, in quella età in cui la giovinezza è più bella, quando ogni giorno ti immagini il tuo futuro, lasciò il ginnasio al seminario e andò sulle colline, perché era là che Dio moriva ad ogni raffica di mitra… perché era solo tra quelle colline la scelta giusta.
Ma come in ogni storia che lascia un segno, c’è sempre qualcuno che tradisce, che pensa solo a se stesso e sceglie di stare dalla parte del più “forte”. Erano per lo più ragazzi in quel boschetto di Neive, ma i mitra tedeschi li aspettavano per sparare, mio padre, colpito da una raffica cadde in una concimaia e coperto da quello sterco vide quegli uomini, che a dire il vero erano proprio loro lo sterco, non contenti di averli uccisi tutti, fracassare loro le teste. Un contadino soccorse il mio babbo che aveva solo 19 anni e che protetto da quel buco non venne “finito”.
Ma non è questo il ricordo che ho trattenuto nel tempo, sono le Domeniche, quando bambina scendevo con lui e le sue ruote in passeggiata mare, comprava il giornale, un krapfen per me e le pastine per mia mamma; poi al sole su una panchina mi faceva ridere e giocare e chi passava, si voltava a guardarci ,ma quando vedevano sul suo bavero quel “distintivo”, che mai dimenticava prima di uscire, gli uomini alzavano leggermente il cappello e le signore al loro braccio, inchinavano leggermente il capo, perché quel distintivo era quello dei Mutilati e Grandi Invalidi di Guerra.
Ecco, è quel rispetto per chi aveva scelto anche di morire pur di conquistare la Libertà, che non dimenticherò mai, quella consapevolezza , che la Libertà era stata lotta, che aveva avuto un prezzo, non come oggi che, vivendola ogni giorno, neanche ci si ricorda della sua storia. Non dimenticherò mai il suo ridere, la sua ironia anche quando le ferite chiuse gli facevano così male da trasfigurargli il volto, tanto male da interrompere a 49 anni, troppo presto la sua vita e le nostre Domeniche al sole. Allora portai la sua immagine lassù, dove in una piccola cappella che sovrasta quel boschetto lo aspettavano tutti gli altri, là dove c’era tutta la vita e la grandezza di quel giorno, e del dopo …che noi oggi viviamo. Lui era orgoglioso di quelle sue ruote e anche io lo sono, perché mi insegnarono a lottare e a scegliere sempre ciò che è giusto. Stambecco era il suo nome di battaglia, ma ironia del nome tornò dalla guerra senza le “zampe” per saltare, eppure… mi insegnò a correre, a correre in Libertà. Grazie
A mio padre Teresio Molinaris
Pulce (Nadia Amalia Molinaris)
……
teresio molinaris 18.05.1925

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

25.04.15 secolo xix teresio pulce

……

copertina 25.04.15 nuovo lev teresio pulce

25
Mar

4) E’ FATTA!!!! Domenica in Libertà – Rapallo si faCentro

Con oggi è ufficiale, domenica 17 maggio, Rapallo si fa centro, per una Domenica in Libertà.

La zona del centro cittadino, normalmente più penalizzata dal traffico, sarà chiusa ai veicoli a motore dalle 10 alle 18 (vedi planimetria*) e trasformata con iniziative ed eventi, in una giornata unica nel suo genere da offrire ai cittadini e agli ospiti, per vivere una domenica con la famiglia a costi contenuti.

Per la prima volta si è partiti, con il supporto dell’Assessore all’Ambiente Umberto Amoretti, dall’organizzare un qualcosa per chi a Rapallo ci vive, lavora e paga le tasse e grazie all’adesione di Ascom, Confesercenti, Cor e Comitato Genitori lo si è trasformato in un evento turistico. Per l’occasione infatti le attività saranno aperte con orario continuato, esponendo i propri prodotti all’esterno e praticando uno speciale sconto (chiamiamolo azzurro) ognuno in base ai propri articoli, i bar potranno organizzare all’aperto aperitivi o merende, i ristoranti un menù a tema a prezzo fisso e tanti giochi organizzati dal Comitato Genitori e da chi vorrà ancora aderire.

L’unanime consenso lo si è ottenuto anche perché, l’Amministrazione ha accolto la proposta di chiudere alcune vie e mettere a disposizione uno splendido contenitore ove chi lo usufruisce potrà realizzare liberamente le proprie idee, il tutto a COSTO ZERO  per il Comune e DI SOLI 16 Euro per gli aderenti (compreso tassa affissione e suolo pubblico, materiale informativo e 20.000 opuscoli in italiano e inglese). Da domani col supporto dei Consiglieri Pellerano e Lasinio si partirà a contattare le Società sportive, le scuole, le varie Associazioni ecc. per offrire veramente a tutti l’opportunità di aderire e rendere più animata la giornata. E’ notizia di oggi, anche se non ancora ufficiale, che i taxi stanno valutando di offrire il taxi collettivo al costo di 4/5 euro circa a persona e che alcuni Hotel preventivamente contattati, sono disponibili a promuovere le due notti con prima colazione di sabato 16 e domenica 17 maggio, al prezzo di UNA. L’agenzia viaggi Mille Onde di Via Mameli inoltre si adopererà ad immettere tutte le offerte nel circuito di 1250 agenzie del settore e prendere le prenotazioni senza alcuna commissione aggiuntiva per gli albergatori, cercando di proporsi in particolar modo su Milano per invogliare i turisti dell’Expo a venire a Rapallo; la Ludoteca Coccolandia di Via Libertà sarà aperta gratuitamente … e questi, son solo alcuni esempi.
Come visibile dalla planimetria si è cercato, col prezioso aiuto della Polizia Municipale, di ridurre al minimo i disagi per il traffico, garantendo la percorribilità di tutte le strade che portano ai parcheggi, da e per Autostrada, S. Margherita, Portofino e Zoagli, ivi compreso il Lungomare. Vista la chiusura di Via della Libertà, Il limite e non il divieto, lo avranno solo i Bus turistici e mezzi di altezza superiore a m. 3,20 da e per S. Margherita e Portofino che potranno attraversare Rapallo sino alle ore 9,30 e dopo le 18,30, ma c’è tutto il tempo perché gli interessati siano adeguatamente informati; resta invece regolare la possibilità di arrivo Bus Turistici con meta Rapallo

L’impegno di ogni aderente è stato e sarà massimo perché la giornata sia ricca e piacevole, invitiamo perciò ora tutti i cittadini e gli ospiti a trascorrere con noi questa “Domenica in Libertà”, affinchè con la loro gradita presenza se ne possa decretare il successo e… ripeterla.

P.S. In caso di pioggia la giornata sarà riproposta il 13 settembre.

plan doppio strade e zona fruibile3

 

Domeniche-in-liberta-LOGHI- INFO

…….

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

26.03.15 secolo domenica pulce (2) 27.03.15 NUOVO lev domenica pulce

……..

25
Mar

3) Una giornata dedicata al rispetto per l’ambiente, alle famiglie, allo sport….

Comunicato stampa Comune di Rapallo

3
Mar

Delibera QUOTE Associative

riunione direttivo circolo 2

Questa sera 3 marzo 2015 ore 21.00, si è riunito il Direttivo, allargato al gruppo di lavoro, presso la saletta interna del Sapore di Mare. In tale riunione si è deliberata la presente modifica:
Per il 2015, visto il perdurare della crisi economica, la quota associativa del Circolo sarà di Euro 10,oo se l’iscritto è più di uno e appartenente allo stesso nucleo familiare. Resta a 15,oo Euro per il socio ordinario singolo e ad offerta libera per i soci simpatizzanti.

2
Mar

Partecipazione a “Buon Pomeriggio” a Tele Radio Pace

Se a qualcuno fa piacere OGGI alle 14,30 la Pulce, insieme a Claudio Solari di “Salviamo la Val Fontanabuona” è al programma “Buon Pomeriggio” di TelePace, a proposito della raccolta fondi pro alluvionati e della attenzione di un comune della “costa” per la nostra “valle” – grazie : Teleradiopace 1 – ore 14:30 – canale 15 del digitale terrestre o in streaming web su www.teleradiopace.tv BUON POMERIGGIO PULCE

26
Feb

S. Colombano: consegna fondi raccolti

Per descrivere certe emozioni… bisogna viverle, per questo oggi scrivo in prima persona queste righe.
Quando creai il personaggio della Pulce scelsi questo piccolo insetto, perché consapevole di essere poca cosa nell’universo in cui mi stavo addentrando, consapevole che avrei fatto solo piccoli gesti con un unico intento però, quello di far riaffiorare le nostre radici, il nostro modo più vero di essere comunità. Oggi alle 10,30 nella sala Consiliare di S. Colombano, presenti il Sindaco e il Vice sindaco di S. Colombano, il Sindaco di Leivi e il Vice sindaco di Carasco, il comitato “Salviamo la Val Fontanabuona” rappresentato da Claudio Solari e dalla Presidente Marisa Bacicalupo, ha consegnato le buste degli aiuti da noi raccolti, 2501 Euro in totale, per alcune famiglie alluvionate della Valle. “Cerimonia”semplice, ma ricca di quel sentimento palpabile di attenzione reciproca che in molti abbiamo ormai soffocato. Son state le frasi di Sabina a sintetizzare il momento, le sue lacrime nel ringraziare “quasi stupita” che qualcuno della “costa” avesse pensato ad aiutare la Valle. Se da un lato mi son sentita felice che il piccolo aiuto dato, grazie al Circolo e a tutti coloro che hanno aderito, fosse giunto nelle mani giuste, dall’altro ho provato una grande tristezza nel costatare che ciò che dovrebbe essere normale è diventato “straordinario”. In quella sala mi hanno accolto con un mazzo di fiori a rappresentare il lavoro di chi in Valle coltiva ancora ed io, ai Sindaci presenti, ho consegnato una dei miei disegni ironici che voglio condividere con tutti voi per quel messaggio che ho voluto trasmettere dentro le piccole tre parole della Pulce < Insieme è meglio>. Grazie a tutti di questa bella pagina di Umano vivere e sentire che lascia spazio ancora alla speranza.
Pulce (Nadia Amalia Molinaris)

26.02.15 levantenews san colombano pulce

salviamo la filig

 

…..

26.02.15 aldebaran san colombano pulce

…..

26.02.15 telepace s. colombanoe s.colombano pulce

 

…..

 

23
Feb

Diamo “voce” a chi ci scrive: quando i “tagli” ci toccano da vicino

Il 22 febbraio abbiamo dato voce sulla pagina Facebook  della Pulce  https://www.facebook.com/pulcerompiballe/timeline  ad un’amica che si è rivolta a noi, il nostro appello ha raggiunto 11.188 persone ed è stato condiviso  180 volte… così che, anche la stampa ha dato risalto alla storia di Daniela. Certo di casi come il suo ce ne sono a centinaia, ma a noi ci sembrava giusto dare a Daniela almeno il giusto ascolto (poi giudicate voi)
Daniela Cento Di Rapallo:
<Mi spiace “rovinare” l’andamento gioioso dei link, che si pubblicano, ma IO Daniela Cento sono Incaxxata nera,ho in programma un’operazione per mettere degli stent hai reni, se no non posso continuare a fare la kemio che in questo momento è il mio SALVA VITA,.Era in programma per il 24 ora mi dicono che viene spostata a marzo o il 27 di febbraio,:direte pochi giorni non cambia nulla ,invece No,i miei marcatori aumentano e l’operazione mi serve,se no NIENTE terapia perché mi FOTTO I RENI. QUESTO PER FARVI CAPIRE CHE LA SANITA’ VIENE TAGLIATA,E CHI CI RIMETTE SIAMO NOI.ALLORA VOLETE FARE SEMPRE I CONIGLI O VOLETE REAGIRE? ABBIATE PAZIENZA MA VEDO CHE ALLA MAGGIOR PARTE NON INTERESSA FINCHE’ NON SI VIENE TOCCATI.> (per cortesia CONDIVIDETE il più possibile, Daniela la conosco personalmente, grazie Pulce)
…..

divieto a vivere pulce
…..dal Nuovo Levante
11034296_10152623757551227_8418680681938476625_n

 

19
Feb

Domenica in Libertà (per un giorno un’ isola …felice)

E’ nostra convinzione che uno dei più grandi difetti della nostra città sia sempre stato la poca comunicazione e coinvolgimento dei cittadini nelle decisioni prese da parte delle amministrazioni è per questo che l’evento “DOMENICA in LIBERTA’”, che qui proponiamo, preannunciato già ai politici presenti durante la cena di compleanno della Pulce svoltasi il 12 febbraio scorso, si farà SOLAMENTE se ci sarà partecipazione.
A Rapallo, abitano persone che per 365 giorni all’anno, non possono aprire le finestre di casa, nè uscire sul balcone e dove i negozi devono tenere la porta chiusa. La nostra proposta, che portiamo avanti dal 2012, non solo darebbe respiro a tale zona, ma diventerebbe un evento per cittadini ed ospiti che vivrebbero una giornata respirando e passeggiando liberamente. Normalmente ci aspettiamo, e a volte pretendiamo, soluzioni risolutive che arrivino dall’alto, ma i cambiamenti veri, si ottengono a nostro avviso solo se anche il singolo è disposto a mutare abitudini e atteggiamento verso il problema che si vuol risolvere.
L’idea di pedonalizzazione, illustrata dalla tavola che si allega, è quella di organizzare non una giornata “punitiva” per automobilisti, ma una Domenica alternativa da trascorrere con la famiglia in serenità. A tal fine è indispensabile la partecipazione sia delle attività e che dei cittadini di tale zona per questo abbiamo già invitato ad un incontro i rappresentanti degli Albergatori, Ristoratori, Commercianti, Artigiani, Associazioni sportive, Comitati genitori, Comitati di quartiere e successivamente i responsabili Turismo dei Comuni di Rapallo, S. Margherita, Portofino, Zoagli e ATP.
La nostra idea è che per l’occasione i commercianti delle vie chiuse al traffico possano effettuare orario continuato, esponendo i loro articoli anche all’esterno e magari praticando uno speciale sconto “azzurro”, brevi sfilate o altro; ristoranti con tavolini in strada e menù a prezzo fisso allettante, i bar potrebbero organizzare aperitivi e/o merende per i bimbi sul marciapiede, Comitati genitori e di Quartiere potrebbero organizzare una caccia al tesoro coinvolgendo le attività della zona e, le associazioni sportive magari organizzare nello stesso giorno la manifestazione “cammina negli sport”. E chi ha altre idee le proponga Fissando la data sin dalla fine di febbraio, che si può già ipotizzare per la quarta domenica di maggio o i primi di giugno, si avrebbe il tempo di pubblicizzare la giornata avvisando anche con il dovuto preavviso che i pullman turistici quel giorno, transiteranno da Rapallo solo sino alle 9,30 e dalle 18,30 in poi. A lamentarci siam tanto bravi tutti, noi speriamo che ci si metta lo stesso impegno per organizzare insieme qualcosa di coraggioso e concreto. Abbiamo ottenuto assenso da parte politica ed individuato insieme al Dirigente della Polizia Municipale Valerio Patrone, l’area possibile da pedonalizzare, ora se tutti risponderanno come speriamo, ci riusciremo.
Direttivo Circolo della Pulce
P.S.:
Vie interessate:VIA DELLA LIBERTA’ (tutta, da ricambi Tassara angolo via Zignago)-VIA MAMELI (sino al ponte della ferrovia angolo Via Bolzano)
VIA ROMA-VIA TRIESTE-CORSO ITALIA-CORSO MATTEOTTI-VIA GIUSTINIANI-VIA SAN BENEDETTO-VIA LAMARMORA (piccolo tratto da via S. FILIPPO NERI a Via MAMELI)-VIA ZIGNAGO (da angolo Via Rossetti)-VIA BOCCOLERI (sino angolo Via Rossetti) come da tavola allegata
….

pianta isola felice

…..

dal Nuovo Levante

20.02.15 nuovo lev. domenica in libertà pulce

…..

20.02.15 secolo isola pedonale pulce

…..

19.02.15 levantenews domenica pulce

….

13
Feb

2501 Euro…. GRAZIE !

Comunicato compleanno Pulce e raccolta di beneficenza

Giunti al quinto compleanno, ormai ci siamo abituati e capito che la Pulce è così, come la si vede, se all’inizio qualcuno aveva pensato che usasse il suo essere un fumetto solo per fare carriera politica, ora quasi tutti han compreso che ciò che fa, lo fa solo perché ci crede e con un occhio attento ai bisogni di chi spesso resta in disparte. Anche ieri, nel suo costume azzurro, la Pulce ha fatto nuovamente centro: sala piena, una sessantina di persone tra cittadini e politici.

Tra i presenti, i sindaci Carlo Bagnasco, Giorgio D’Alia, mancava solo Paolo Donadoni per impegni dell’ultimo minuto, gli assessori Ferrara, Maini, ed Elisabetta Lai prestatasi a far da  “valletta” alla Pulce per far alzare le offerte durante l’asta, il segretario Comunale Maccapani, i consiglieri Brasey, Baudino, Lasinio, Pellerano, Candido, gli ex sindaci Campodonico, Cordano …, tutti, per una sera han lasciato da parte l’abito blu, calandosi nell’atmosfera allegra ed ironica… Praticamente una occasione ghiotta che non potevamo farci sfuggire per presentare il nostro progetto di chiudere al traffico una parte del centro e creare l’evento “Domenica in Libertà”.

Nel corso della serata , oltre agli oggetti donati da amici ed esercenti son state battute all’asta le caricature dei politici presenti, disegnate dalla Pulce (Nadia Molinaris); quella dei tre sindaci del Tigullio ha raggiunto i 70 euro aggiudicata a Carlo Bagnasco, mentre Francesco Giuseppe Campodonico si è simpaticamente aggiudicato la vignetta raffigurante il padre per 50 euro.

Con soddisfazione quindi, dopo il soffio sulle candeline, al vice sindaco di Carasco Diego Marchiolè e a Claudio Solari del comitato “Salviamo la Fontanabuona” si è consegnata, la somma totale di circa 2.500 Euro di cui 1400 ricavati dalla distribuzione delle cartoline “una goccia di solidarietà”, somma destinata ad alcune famiglie danneggiate dalla recente alluvione e un pacco di materiale cancelleria per la scuola di Castelnuovo. Ringraziamo perciò davvero tutti, chi era a cena, chi ha offerto oggetti per l’asta, chi non potendo venire per impegni dell’ultimo minuto ha comunque inviato la sua offerta.
Il Direttivo Circolo della Pulce

20.02.15 nuovo lev. cena pulci

…….

……

16
Gen

e il sogno… si avvera…

articolo Nuovo Levante

16.01.15 nuovo lev pernigotti pulce Sarà la sorpresa dell’uovo di Pasqua, il dono che Giovanni Pernigotti aveva chiesto a Babbo Natale.
Il Sindaco di Portofino, attivatosi sin da subito nella ricerca dei proprietari della villa che in tempo di guerra vide incarcerato Pernigotti, finalmente è riuscito a raggiungerli telefonicamente. Disposti ad esaudire il desiderio di Giovanni di tornare nella torre, si trovano attualmente all’estero sino al 23 di Marzo, ma al loro ritorno, una storia rimasta chiusa nel cuore per tanti anni avrà il suo lieto fine. Giovanni Pernigotti felicissimo ringrazia ed anche noi del Circolo della Pulce ringraziamo sia i proprietari di Villa “La Torre” che, e soprattutto, Giorgio D’Alia che non solo ha risposto subito al nostro appello, ma ci ha continuamente aggiornati dell’evolversi della ricerca.

3
Set

un po’ di… rassegna… a proposito della Mulattiera

03.09.14 MERCANTILE MULATTIERA PULCE dal Mercantile Levante

portofino news conf 2da PORTOFINONEWS

03.09.14 SECOLO XIX lev MULATTIERA PULCEdal Secolo XIX lev.

Nuovo Levante Mulattieradal il NUOVO LEVANTE

 

sito regionesito regione eventi e culturadal sito ufficiale Cultura della Regione Liguria

14
Nov

MACCE, uno di noi

Ciao Macce… e GRAZIE… grazie perchè oggi per il tuo ultimo saluto hai saputo radunare quella Rapallo che ricordavo da bambina, fatta di persone schive, ma unite e leali che sapevano dividere il pane, che sapevano gioire insieme nei giorni di festa e che composte, silenziose e con gli occhi lucidi, come se ad andarsene fosse uno di famiglia, han saputo anche oggi riunirsi per dirti ciao …

e in quel silenzio di una chiesa gremita son certa ognuno di noi ti ha visto avviarti con la tua bicicletta a salutare ancora una volta la Nostra Vergine Maria, prima di continuare fischiettando il tuo viaggio tra le nubi di un cielo azzurro. Pulce 14.11.12

copertina-macce-evento

ciao cara ANNA… son certa che ora, se tu ti volti, vedrai il tuo amato Macce… che ti sta venendo incontro con la sua bicicletta. E noi, se resteremo in silenzio sentiremo il vostro fischiettare insieme. Ma il dolore è grande anche per quel filo invisibile che ancora lega in cordata noi Rapallini, che ci fa gioire tutti insieme per i momenti di festa e soffrire, sempre tutti insieme, quando uno di noi se ne va. Solo una cosa mi consola sapere che per ognuno che ci lascia, il filo viene subito annodato da chi segue, in silenzio come noi siamo abituati, fino alla prossima volta, fino al prossimo nodo. Ai tuoi cari il mio abbraccio, ci mancherete tanto. Nadia (Pulce)

copertina-anna-macce

10
Dic

Menefreghismo e pressapochismo

Giusto 10 giorni fa i rapallesi si sono trovati una sorpresa sotto l’albero. Letteralmente sotto l’albero, visto che si tratta della chiusura al traffico di piazza Molfino (la piazza “della stazione”) e della creazione di una fila di parcheggi zona disco 10 minuti, il tutto attorno al tradizionale albero di Natale che da anni si installa in questo sito. E’ stata messa in opera una fila di dissuasori, gli opportuni cartelli stradali, è stata tracciata la segnaletica orizzontale (le “strisce”) indicante i nuovi parcheggi paralleli alle corsie di transito.

E a questo punto è emerso il menefreghismo di questa Amministrazione prima di tutto verso i cittadini che devono andare a prendere qualcuno che arriva col treno, che non hanno più spazio dove accostare (i 10 minuti della zona disco sono teorici, in quanto i vigili pattugliano in ben altre zone della città). Ma il menefreghismo più grave è verso i disabili: nella nuova sistemazione non è previsto alcun parcheggio dedicato a loro! Eppure non sarebbe stato così difficile ricavare due stalli negli spazi adiacenti alla stazione. Ma si sa che Rapallo non ha mai pensato e continua a non pensare ai disabili, agli anziani che hanno difficoltà a camminare, alle mamme e ai papà con i passeggini.

 

Nemmeno il tempo per metabolizzare questo cambiamento ed ecco che si cambia di nuovo. In meglio? No, in peggio! Dopo esattamente nove giorni si toglie buona parte dei parcheggi a zona disco per farci un aiola. E qui emerge il pressapochismo: è possibile che appena fatto un lavoro lo si debba disfare? L’aiola appare essere definitiva e non solo un addobbo natalizio, visto che per realizzarla è stato asportato l’asfalto.

All’oggi abbiamo una piazza pedonalizzata (per fare spazio al cantiere di ristrutturazione della stazione), parcheggi pubblici cancellati, nessun parcheggio per disabili in un luogo così importante e, cosa peggiore, nessuno spazio per accostare temporaneamente in attesa di viaggiatori in arrivo.

 

Inutile evidenziare l’assurdità della condotta dell’Amministrazione: in presenza di una cronica mancanza di parcheggi se ne cancellano in favore di inutili aiole la cui cura sarà un ulteriore onere per i pochi giardinieri comunali. In presenza di immobili comunali che cadono a pezzi, primi fra tutti quelli che ospitano le scuole, si impiegano maestranze per fare, ribadiamo, inutili aiole.

Del resto il consigliere delegato “alle aiole” proprio pochi giorni fa ha diramato un comunicato stampa in cui esalta il lavoro dei giardinieri per il Natale, rendendo evidente il suo avere in mano il partito e l’intera maggioranza, dimostrando di non tener in dovuto conto le vere priorità espresse dai cittadini (dimenticando di essere stato eletto in “democrazia”) e, soprattutto, esplicitando il vero e unico criterio di azione di questa Amministrazione: salvare l’immagine a discapito della sostanza. Come dicevano i nostri antichi: “addossu lisciu lisciu e sutta…”.

 

Rapallo, 10 dicembre 2011

 

Il Direttivo del Circolo della Pulce.

19
Lug

Tunnel Rapallo-Santa: intervista radio a Giovanni Raggio ( con VIDEO dell’intervista)

Intervista a Giovanni Raggio, presidente del Circolo della Pulce sul tema della realizzazione del tunnel tra Rapallo e S. Margherita Ligure andata in onda in diretta su Radio Aldebaran il giorno 19 Luglio 2011 alle ore 8:04

18
Lug

Santa Margherita, tunnel per Rapallo, continua la polemica

Rapallo. Non usa mezzi termini il Circolo della Pulce di Rapallo sul rifiuto del Comune di Santa Margherita Ligure alla realizzazione del Tunnel di collegamento con la vicina cittadina. “Nel resoconto dell’incontro con il Sindaco di Rapallo e l’Assessore regionale si parla di una posizione fermamente contraria in assoluto e non si parla di un confronto su progetti o studi progettuali, nuovi o vecchi”, scrive il Circolo in una nota diffusa oggi alla stampa. “Del resto la questione si trascina da anni e anni, ma non si sono mai praticamente visti elaborati grafici”.

“Ci chiediamo se i soggetti istituzionali locali e i cittadini sanno di cosa si stia parlando o se, piuttosto, sia diventata solo una questione di principio e di campanile. Purtroppo dobbiamo rilevare che le posizioni si sono estremizzate e da parte rapallese il tunnel è diventato la panacea di tutti i problemi di traffico, e la proposta migliore per qualsiasi programma politico.. tanto non “costa nulla” dirsi favorevoli, mentre a “Santa” sono diventati tutti paladini dell’ambiente e difensori dell’intangibilità del territorio del Parco di Portofino”.

La speranza, per il Circolo, è che si torni “a parlare di cose concrete, di progetti, di tracciati e che ognuno portasse il proprio contributo positivo.

“Auspichiamo sinceramente che i soggetti istituzionali coinvolti si ritrovino attorno ad un tavolo (col supporto dei “loro” tecnici per comprendere al meglio mappe e progetti) per studiare il miglior percorso possibile. Gli spazi per un’intesa ci sono ed è loro preciso dovere giungervi, per il bene dei cittadini che amministrano. E nel frattempo studiare magari sempre insieme correttivi alternativi e/o complementari al tunnel”.

“Come Circolo della Pulce siamo disponibili a offrire un tavolo “neutro” di trattativa alle due amministrazioni, dove si possano confrontare idee e progetti e soprattutto rendere alla popolazione di Rapallo e di Santa quella corretta informazione sulla fattibilità o meno dell’opera, ed evitare che, come al solito, le decisioni siano prese senza informare e senza consultare i cittadini”.