Salta al contenuto

Articoli taggati ‘solidarietà’

27
Mar

Auguri e somma raccolta

In merito alla Campagna “illuminiamo il Santuario” promossa dal Circolo della Pulce con la realizzazione di biglietti d’auguri Pasquali, in data 26 marzo è stata consegnata al Rettore di Montallegro, Don Gianluca Trovato, la somma di Euro 550,00 sin qui raccolta e l’elenco delle persone alle quali l’offerta è stata dedicata. Ringraziando tutti coloro che hanno donato, si ricorda che I biglietti sono ancora disponibili  per chi desiderasse contribuire alla spesa sostenuta per il cambio delle lampadine della Chiesa, che si aggira intorno ai 4000 euro. Dopo le festività chi volesse offrire può direttamente presso il Santuario. Il Rettore, per ringraziare ulteriormente, invita i benefattori che lo desiderano e che hanno dedicato la loro offerta ad un proprio caro scomparso, a partecipare alla S. Messa di “Pasquetta” delle ore 17.00 che sarà celebrata a particolare ricordo.

L’occasione ci è gradita per porgere, oltre ad un grazie a chi continuamente ci segue nelle nostre iniziative, anche gli auguri di una serena e Santa Pasqua a tutti  coloro che ci leggono, al nuovo Rettore di Montallegro e alla Amministrazione.

il Direttivo Circolo della Pulce  –  tel. 320 0610660

maggiori info: Un-po’-di-luce

La “Pulce” e il nuovo Rettore Don Gianluca Trovato

 

9
Mar

Un po’ di… “LUCE”

Un po’ di…  “LUCE”.

Questa volta busso alla vostra porta in punta di piedi, per un fine circoscritto, rivolgendomi  a chi vede nel nostro Santuario una ricchezza per la nostra città, vuoi per il suo legame con la fede e le tradizioni,  o  per la sua valenza storico culturale e turistica.

Parlando col nuovo Rettore del Santuario di Montallegro, mi ha confidato che ha cambiato tutte le lampadine della Chiesa, in parte bruciate e in parte vecchie ad alto consumo, con  quelle a LED, con una spesa di circa  4000 Euro. Nelle normali Parrocchie sono gli abituali parrocchiani che partecipando alle  Messe,  con le loro offerte coprono le spese, ma a Montallegro, specie in questa stagione , a volte ci sono solo 2 pellegrini  durante le funzioni. Allora ho pensato  di dargli una mano disegnando i biglietti augurali di Pasqua, che inoltre contribuiscono alla sensibilizzazione verso  l’abbattimento delle barriere architettoniche, nello specifico quei 7 gradini che portano alla Casa del Pellegrino, che di fatto privano  i disabili che usano l’ascensore  di recarsi  come tutti , dopo aver visitato  la chiesa,  ad  ammirare quel  percorso o semplicemente a prendere un caffè .  Ad oggi ho raccolto 100 Euro e comunicando a Don Gianluca Trovato  la cifra, commosso per il gesto, ha voluto ringraziare  ulteriormente chi dona dicendomi  che, se i benefattori  lo desiderano e  vogliono lasciare oltre l’offerta anche il nome di un loro defunto, in memoria del quale offrire la luce, li ricorderà lunedì 2 aprile che è Pasquetta, alla S. Messa delle ore 17.”
Per me che ho fede, mi è sembrato un grazie dolcissimo che merita di essere comunicato.  Per chi “non crede” invece vorrei rammentare  che  il Santuario di Montallegro non è solo un luogo di culto, ma anche una testimonianza storica, architettonica e pittorica di gran pregio che per ammirarla ha bisogno della luce. Grazie a tutti. Nadia Amalia Molinaris  (offerta  libera, consigliata  1 euro per biglietto e 2 euro per biglietto con busta – per informazioni o per richieste 320 0610660)

i biglietti sono disegnati, creati e realizzati da Nadia Amalia Molinaris (Pulce)
….

 

 

5
Feb

8 CANDELINE … per la PULCE

Un nuovo anno, l’ottavo, in cui voglio essere io a scrivere qualche riga.
Inizio con un GRAZIE, verso tutti coloro che ci seguono apprezzando il nostro lavoro, dimostrando anno dopo anno la loro stima, contattandoci e abbracciando con entusiasmo le nostre iniziative, un grazie ai simpatizzanti, agli iscritti e al direttivo del Circolo della Pulce.

Quest’anno ci ha visti ancora impegnati a portare avanti quelle battaglie ed iniziative che più ci stanno a cuore: qualità della vita, preservazione dell’ambiente, storia e cultura… di cui tutti, abili e diversamente abili, debbono fruire, senza dimenticarci della solidarietà che solo grazie alla genuinità di chi ci segue, diventa il successo delle nostre raccolte.

Traffico, viabilità, barriere architettoniche sono problematiche difficili in una città che paga lo scotto di scelte passate sbagliate, ma questo non può diventare un alibi per non fare nulla, e infatti non ci ha fermati.

Sul primo punto il lavoro è stato tanto, anche se svolto per la maggior parte in silenzio dopo aver partecipato a riunioni e confronti tra le varie categorie e associazioni. E c’è una prudente  soddisfazione nell’intravvedere che forse si è  trovata la quadra per non sconvolgere i cittadini con sperimentazioni sulla viabilità, che in questo periodo di grandi cantieri sono già pesantemente sotto pressione, ma che potranno essere risolutive e per questo dobbiamo anche ringraziare la disponibilità sia del Sindaco che degli Uffici competenti.
Credo di poter affermare che la nostra “bacchetta magica” nel trovarci ancora attivi dopo 8 anni, sia solo la costanza nel portare avanti ciò che ci prefiggiamo; a volte urlando le nostre denunce come abbiamo fatto nell’evidenziare i ritardi di lavori e pulizia di Via Avenaggi, che dopo 6 mesi dalla tromba d’aria era ancora inagibile con cavi elettrici non ultimati da Enel, come quella per preservare la Valle dei Mulini, la valle del Tuja, o denunciando il disagio di una intera zona della città che avrebbe voluto il mercato settimanale al di là della cinta, in quella Rapallo spesso dimenticata, ma che lavora e produce come gli altri.
Abbiamo organizzato e con successo l’ evento “Mulattiera del XVII secolo tutti invitati a fare la storia”riguardante la sua valorizzazione , lavorando parallelamente, nel nostro tempo libero a titolo gratuito per contattare e intervistare insieme all’ Ente Parco, quei nostri anziani depositari della storia e poterla così scrivere per completare il Progetto di valorizzazione della Mulattiera del 1600, finanziato per la maggior parte dalla Fondazione S. Paolo che ricordo, sarà completato quest’anno ad aprile.

Altro tema che ci sta a cuore: le barriere architettoniche che per arrivare ad abbatterle bisogna portarle all’attenzione di chi distrattamente non le vede neppure, per questo abbiamo fatto conoscere la storia di Matilde e il suo papà che hanno trovato ascensore e Santuario chiusi, non conoscendo che a Montallegro esisteva un orario e in occasione della passeggiata in Mulattiera, ci siamo organizzati per far partecipare a tale passeggiata anche i diversamente abili, attivandoci però nel contempo per trovare soluzioni atte ad abbattere le barriere di accesso alla funivia e quelle per il percorso panoramico che dietro al Santuario porta non solo ad un belvedere ma a poter usufruire di un Ristorante/Bar. Anche su questo punto, pur non anticipando nulla, siamo soddisfatti per la collaborazione delle parti e gli sviluppi.
Ci siamo anche divertiti, raccontando la storia d’amore di Rosanna e Filippo, perché anche queste pagine fan parte della vita della nostra Città e da ultimo, ma non certo per l’importanza, ci siamo impegnati con la nostra iniziativa di solidarietà a favore della ricostruzione del Comune terremotato di Montegallo (AP), che ha dato un risultato oltre le aspettative, 4650 Euro, già consegnati, che sono il coronamento del mio grazie iniziale, per la stima dimostratami, la continua adesione alle iniziative del nostro Circolo e l’affetto a quel piccolo fumetto che è la Pulce, che da un lato sa e fa sorridere, ma dall’altro sa metterci l’impegno, tuffandosi con passione nelle richieste di chi ci segnala problemi e cercando soluzioni, spesso in silenzio, ma andando avanti,  con costanza, a piccoli passi.

Nadia Amalia Molinaris


25
Gen

I “ 4650 grazie ” per Montegallo (AP) e il video coi vostri volti

I “ mattoni” per Montegallo (AP)
Contare i biglietti Natalizi di quella idea semplice nata per contribuire alla ricostruzione del comue terremotato di Montegallo e finire con 4650 Euro raccolti, è stato una gioia, doppia se si considera che ognuno ci ha messo quel qualcosa in più, ogni persona, da chi ha preso un solo biglietto a chi ne ha voluti cento, ha sempre aggiunto una parola affettuosa e sincera che si può descrivere in” quando senti il Sindaco di Montegallo digli che non sono soli, che abbiamo contribuito, anche se è poco, col cuore ..” e credo che Montegallo lo abbia compreso quando per Natale il sindaco Sergio Fabiani nel messaggio augurale ci ha inviato anche queste parole:
“… È grazie anche a voi se questo a Montegallo sarà un Natale più sereno.
In fondo la gioia di questo Santo Natale ce l’avete regalata con la vostra sensibilità.
I miei migliori auguri e quelli di tutta la cittadinanza,vanno quindi a voi , alle vostre famiglie e a tutti vostri cari, sentitamente vi ringrazio, come ringrazio il buon Dio di averci mandato, in una così grande difficoltà, le migliori persone cui potessimo incontrare ed affidarci. Sergio Fabiani “
Io non posso che aggiungere i miei personali 4650 grazie, perché nel mio porta a porta non ho solo raccolto “mattoni” per ricostruire la Montegallo distrutta dal terremoto, ma quella vera solidarietà sincera che spero giunga sia come abbraccio, ma anche come sprone per i Montegallesi a ricostruire sì l’abitato, ma a far anche rivivere al più presto la loro comunità, oggi frammentata ed esiliata nei comuni in cui son stati accolti.
Circolo della Pulce
Nadia Molinaris

15
Dic

I TESTIMONIAL per Montegallo e il GRAZIE a TUTTI

Di volta in volta aggiungeremo le foto di chi, oltre ad adottare i biglietti Natalizi per la ricostruzione del Comune terremotato di Montegallo (AP), presta la propria immagine per incentivare altre persone a compiere lo stesso gesto. OVVIAMENTE il nostro GRANDE GRAZIE va a TUTTI, perchè anche adottando  un solo biglietto, INSIEME si può fare molto di più. (Il contributo di 2 euro, quale offerta consigliata per ogni biglietto con busta, equivale all’acquisto di ben 6 mattoni, chi li desiderasse può contattarci al 320 0610660) Ognuno, con queste immagini abbraccia idealmente TUTTI i MONTEGALLESI.
Clikare sulla prima immagine…

 

(ogni persona ritratta ha dato la propria autorizzazione ad essere pubblicata – grazie)

 

4
Dic

nuovo TERREMOTO a Montegallo, foto dei primi Testimonial

foto di Daniele Bravi abitante di Montegallo (03.12.17)

Cade la neve, e subito si vive quell’atmosfera magica che fa tanto Natale e poi… a Montegallo (AP) copre tutto, anche le MACERIE del TERREMOTO dell’anno scorso, per un attimo sembra tutto bello e quasi, che non sia successo nulla. Ma qui, dove gli abitanti CON CORAGGIO trovano ogni giorno la forza e la speranza per ricostruire, la neve è un problema in più e inoltre la sensazione di magia viene subito cancellata dalla nuova scossa di TERREMOTO di questa notte, qualcosa che ti toglie la SPERANZA, a volte anche la voglia di RICOSTRUIRE… e vivere. Per questo vi esorto: adottate i biglietti di auguri “Costruiamo il Natale a Montegallo”.
Oggi abbiamo superato i 900 (per un controvalore di 1800 euro ) In fondo non vi chiedo nulla se non di adottare questi biglietti al posto di quelli che ogni Natale, ognuno di noi acquista per accompagnare i regali.

Solo 2 Euro (offerta consigliata) per biglietto e busta … con 2 Euro a Montegallo non si va a prendere un caffè e una brioche tra le mura calde di un Bar… ma 6 mattoni… e di mattoni ne servono davvero tanti. GRAZIE. (per chi ha la P.I. la ricevuta è scaricabile)
Pulce (aspetto le vostre prenotazioni al 320 0610660 o ad 
per chi ha la P.I. la ricevuta è scaricabile)
Per ciò che è successo questa notte vale doppio quindi il mio GRAZIE a tutti coloro che hanno già risposto all’iniziativa e che sono tanti, qui pubblico alcune foto di chi ha prestato la propria immagine per  fare da Testimonial. FORZA MONTEGALLESI, questo è il nostro piccolo contributo per dirvi NON SIETE SOLI, e mandarvi il NOSTRO ABBRACCIO.

E’ quasi … Natale a Montegallo

per meglio comprendere l’iniziativa

26
Nov

un GRAZIE ad ANFFAS

Con  queste immagini vogliamo ringraziare l’ANFFAS per averci invitati allo scambio di auguri Natalizi, annoverandoci tra gli  “amici particolari” che hanno a cuore Villa Gimelli e il lavoro che qui, spesso troppo in silenzio, viene svolto. Un invito che  abbiamo accettato sentendoci onorati, nella speranza di poter essere ancor  maggiormente vicini  a chi dedica con così tanto amore il tempo e la vita per trasformare la “disabilità” in vita “normale”. Grazie.


17
Nov

E’ quasi Natale… a Montegallo

Vi chiedo solo di dedicare un minuto a queste poche righe e al breve video allegato e se vi troveretete in accordo condividerlo. Grazie

E’ quasi Natale,

oggi ho parlato al telefono con Sergio  (Fabiani), aveva  pochissimo tempo perché Sergio è Sindaco a Montegallo (AP), un caratteristico comune delle Marche, composto da piccole e belle frazioni arroccate sui colli, ai piedi del monte Vettore che col terremoto si è abbassato di un metro, sbriciolando tutto,  tra le lacrime e la paura di chi c’ era.  Montegallo  è un comune meno  “famoso” di  altri,  ma con lo stesso bisogno  di essere ricostruito e di non sentirsi  solo.

 Siamo in tanti e  col poco di ciascuno, possiamo costruire insieme il  Natale.  Ho creato e disegnato  questo biglietto Natalizio, facendone stampare 3000 a mie spese , perché non voglio chiedervi  nulla,  se non di adoperarlo  quest’anno, per i  vostri regali o per i vostri auguri, al posto dei soliti che acquistate normalmente.

Con  soli 2 euro (offerta consigliata)  per biglietto e busta, insieme  possiamo fare un bel dono, ogni biglietto equivale a 6 mattoni ed io non vorrei proprio avanzarne neppure uno,  perché  tutta la somma raccolta sarà interamente portata a Sergio, per dire “Auguri” tutti insieme  al Comune di Montegallo,  con un piccolo contributo concreto  alla ricostruzione.  Grazie

Per prenotazioni:  o con sms al  320 0610660. Nella speranza  che oltre ai singoli cittadini, che già conosco per la loro generosità, rispondano soprattutto con buoni numeri,  i politici, le associazioni, i circoli, gli albergatori, i commercianti, i ristoratori ecc.  come  già hanno risposto la struttura Minerva Anni Azzurri, l’Hotel Italia e l’Hotel  Excelsior Palace,  che qui ringrazio.
Un grazie personale a chi mi ha fatto conoscere questo Comune.

Pulce (Nadia Molinaris)
I BIGLIETTI SONO già DISPONIBILI (se fuori sede vi saranno anche spediti senza costi per un minimo di 5)
…clikare sul titolo “costruiamo il Natale della Pulce”

12
Set

E’ solo un’ opinione diversa sui “tempi” della SOLIDARIETA’

Con la proverbiale trasparenza di sempre, il Circolo della Pulce precisa che il  seguente comunicato è stato  solo una risposta al COMUNICATO UFFICIALE del COMUNE di RAPALLO uscito il 25 AGOSTO scorso e che potrete leggere di seguito.
Nessun intento polemico, come qualcuno ha voluto interpretare, ma solo una diversa opinione, legittima, di diverse Associazioni (8) , che hanno contribuito col loro impegno a raccogliere più di 5000,00 Euro della somma da destinarsi alle popolazioni terremotate e che hanno promesso, a tutti coloro che generosamente hanno risposto al loro appello, chiara e puntuale informazione.

A nome  di C.O.R – Comitato festeggiamenti  Montepegli  2000 – Circolo della Pulce – Gruppo Storico – Proloco  Capitaneato  – Confesercenti  – A.TRE – Lega Navale sezione Rapallo, che il 2 ottobre 2016 hanno allestito la tavolata di Via Mameli per contribuire alla raccolta di fondi destinati alle popolazioni terremotate del centro Italia,  si comunica  quanto segue:

Non abbiamo condiviso i tempi “burocratici” con cui è stata gestita la somma  globalmente raccolta di 35.700,00 euro, che ancora oggi si trova sul conto del Comune anche se finalmente è stata destinata (vedi comunicato stampa del 25 agosto).

Non abbiamo condiviso i tempi di preavviso  delle varie riunioni svoltesi  che a volte erano di poche ore, come avvenuto per  la riunione del 9 agosto scorso, che non hanno permesso la partecipazione di molti,  per impegni già presi in precedenza.

Non abbiamo condiviso l’ ultima decisione presa dal “Comitato raccolta fondi” (che non ci risulta essere mai stato costituito) di consegnare, quale tramite per la città di Arquata,  la maggior somma  di quella raccolta , Euro 25.000,00 all’Associazione “Verità per Giulio Regeni – il Tigullio non dimentica”, che pur meritevole e condivisibile per lo scopo intrinseco nel  nome,  non rispecchia ciò che ci si era prefissati all’inizio, estranea  dalla raccolta fondi  rapallese dell’anno scorso, che invece,  è nata e riuscita per la genuina spontaneità  di tutta la cittadinanza di Rapallo. Nel nostro immaginario avremmo preferito  vedere magari  il nostro Sindaco recarsi ad Arquata a consegnare al Sindaco  della città quanto raccolto.

Pensiamo che organizzare una seconda “Amatriciamoci” come ci viene chiesto per il prossimo 30 settembre,  quando ancora non si è visto in concreto il risultato della raccolta dell’anno scorso,  non coincida con lo spirito di tutti noi in quanto, nella nostra semplicità, riteniamo sia indispensabile portare gli aiuti immediatamente, nel momento in cui servono maggiormente, perché già quelli “istituzionali” vengono erogati dopo anni a causa della burocrazia.

Per queste motivazioni, pur abbracciando e condividendo la giustissima causa,  quest’anno non  parteciperemo alla riunione di questa sera  7 settembre, (che ci comunicano ora spostata al 20) per definire  una nuova  raccolta organizzata dal Comune di Rapallo, ma provvederemo in modo autonomo a raccogliere i fondi  e a versali subito per progetti  già avviati e verificabili.

Rinnovando  il ringraziamento a tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita del pranzo dell’anno scorso e soprattutto a tutte le persone che vi hanno partecipato,  confermiamo il nostro impegno anche per quest’anno e comunicheremo di volta in volta le nostre iniziative e il progetto a cui saranno subito destinati i fondi.

Già da domani venerdì 8 settembre si segnala che  Il Comitato festeggiamenti Montepegli 2000  in occasione della propria festa annuale devolverà  le somme raccolte durante la cena per il progetto di riqualificazione e recupero del Parco urbano di Piazza di Vittorio, nel comune di Maltignano –  Ascoli Piceno, già sponsorizzato dalla Croce Bianca Rapallese,  il ricavato sarà aggiunto alle altre due serie di offerte fatte assieme al Coro di Montepegli  e S. Quirico.

C.O.R – Comitato festeggiamenti  Montepegli  2000 – Circolo della Pulce – Gruppo Storico – Proloco Capitaneato – Confesercenti – A.TRE – Lega Navale sezione Rapallo.

24
Feb

una … Domenica

Una Domenica:

Può sembrare una storia come tante, ma non è così:
Matilde ha 13 anni e dalla nascita cammina con … “le ruote”, con genitori, che come tanti, fanno ogni cosa per rendere più bella e serena la vita della propria figlia.

Prossimamente  Matilde dovrà sottoporsi ad una delicata operazione alla spina dorsale e per questo, la mamma, insieme ad altri amici e conoscenti, decide, Domenica 19 febbraio, di fare un pellegrinaggio a piedi al Santuario di Montallegro, partendo da Chiavari, città in cui vivono.

Papà e Matilde invece partono in auto, appena dopo mangiato, per incontrarsi col resto del gruppo là sul sagrato del  Santuario e insieme, andare dalla Madonna, ognuno, con le proprie preghiere nel cuore.

Papà Massimo e Matilde arrivano intorno alle 13.00,  parcheggiano vicino all’ascensore per disabili che porta al piazzale della Chiesa, scendono, si preparano sulla carrozzina e suonano al citofono  per usufruire del servizio, ma il Santuario è chiuso, come la maggior parte delle Chiese ormai, dalle 12 alle 14.30  ed anche il volontario che funge a servizio dell’ascensore risponde al citofono che il servizio riprenderà alle 14.30. Ma la mamma ed il gruppetto  sono  già sul piazzale ad attendere Matilde e allora, pur scoraggiato,  papà Massimo e alcuni amici alzano di peso Matilde e la sua carrozzina e la portano lungo le scale ed il viale là sul sagrato della Chiesa.

Ho letto lo sfogo su Facebook  di questo papà e mi son detta  <non è giusto! > Non è giusto che il servizio dell’ascensore non preveda  orario continuato, so le ragioni e comprendo che il Santuario,  che garantisce la presenza di volontari 365 giorni all’anno, più di tanto non può fare, ma esiste il Comune;  così ho preso il telefono in mano ed ho telefonato al sindaco Carlo Bagnasco, al Rettore Don Salvatore, a Mentore Campodonico e a Mustorgi  che di questo ascensore conosce ogni  particolare e regolamento e mi sono fatta promettere di trovare una soluzione, nel rispetto dei regolamenti , affinchè almeno nei giorni festivi e nei mesi di Luglio e Agosto,  questo servizio abbia un orario continuato e più lungo.  Ho trovato la massima disponibilità da parte di tutti ed è per questo che vi scrivo questa storia,  affinchè la disponibilità non resti tale, ma si tramuti in fatti concreti e già da Pasqua, anche i “diversamente abili” possano  ritrovarsi ad ammirare dal sagrato di Montallegro una stravolgente bellezza che non è né del Santuario, né dell’Amministrazione, ma un dono del Cielo dato a tutti. Non devono esistere degli “abili” e dei “diversamente abili”  e ciò può avvenire solo se si rende il territorio fruibile a tutti, abbattendo, prima di quelle architettoniche, le nostre barriere mentali , affinchè tutti insieme si possa vivere da “ugualmente abili”. Di una cosa son certa, il Santuario e l’ascensore erano chiusi, ma il cuore della Madonna era senz’altro aperto all’ascolto e l’operazione di Matilde sarà un successo.  Un abbraccio.  Pulce

24.02.17 Nuovo Levante Pulce

E’ di questa mattina la mail privata che ho ricevuto dal Rettore Don Salvatore che esprime il suo abbraccio a Matilde con queste parole stralciat dalla stessa:

“La ringrazio per la sua delicata cronaca dei fatti e il suo interessamento. Sappia tuttavia che vivo momenti di grande disagio e sofferenza per quanto accaduto.

… Se quel giorno, a rispondere ci fossi stato io, forse le cose avrebbero avuto un altro risvolto. Purtroppo siamo in un mondo dove tutti hanno diritti e non tengono minimamente in considerazione le… sfumature delicate dei doveri. Sarebbe bastata un po’ di comprensione …
… Mi piacerebbe, comunque avere un dialogo sereno col papà della bambina.
Ancora grazie!! Vicino alla famiglia. Don Salvatore”

carrozzina orologio3

vorrei aggiungere qui anche la mia risposta al post di Facebook del papà di Matilde, al fine di fornire informazioni oggettive che forse non tutti sanno.

“Buonasera,conoscendo forse la mia attenzione verso la qualità della vita dei diversamente abili , mi hanno contattato per segnalarmi questo post,
Non risponderò ai vari commenti ,anche perché sono tanti e molti non pertinenti con il problema esposto dal sig. Massimo Dapelo, verso il quale esprimo la mia solidarietà , ma mi sembra doveroso dare (almeno per quel che so) alcune spiegazioni:
1) non solo il Santuario, ma purtroppo quasi tutte le Chiese in Italia restano chiuse nella pausa di mezzogiorno, anche la Basilica in centro città, giusto per portare un esempio, cosa che personalmente, da credente mi spiace molto in quanto io stessa mi recavo nell’intervallo spesso ad accendere una candela e pregare, ma sono scelte fatte ormai da molti anni dettate sia da motivi di sicurezza (furti) che dalla mancanza materiale di persone che possano essere nelle chiese a dar supporto e fungere da controllo. Il Santuario quindi chiude dalle ore 12 alle ore 14.30 per tutti anche per chi usa le scale.
2) La destinazione “d’uso” dell’ascensore per il quale è stata rilasciata la licenza, è ad esclusivo servizio del trasporto di persone con problemi di deambulazione.
3) L’ascensore NON è pubblico ma privato, l’appaltante dell’opera è il Santuario, tale opera è stata finanziata per il 25% dal Santuario stesso, per il 37,5% dalla Fondazione Carige e per il restante 37,5% da contributo Comunale.
4) in forza del punto 2 l’ascensore NON può essere usato da tutti, ma solo da chi ne ha appunto la necessità e i requisiti, (e menomale dico io perché se no sarebbe già pieno di scritte con bombolette spray e in manutenzione un mese sì ed uno no) C’è un regolamento che prevede delle condizioni e tra queste anche l’ orario
C’è quindi un “addetto” che, a chiamata, scende a prendere chi ha fatto richiesta, verificando che la persona abbia i requisiti per usarlo.
5)Questi addetti sono presenti TUTTI i giorni dell’anno e fanno questo “servizio” in modo volontario e non possiamo che ringraziarli . E’ palese che quasi la totalità delle richieste ascensore avviene durante l’orario di apertura del Santuario o su prenotazione , solo per questo probabilmente è stato scelto di far coincidere l’orario di funzionamento ascensore con quello di apertura della Chiesa.(anche perché non c’è la fila di persone che vogliano fare questo tipo di servizio 😉 ) SIA BEN CHIARO non è che chi usa l’ascensore sia obbligato ad andare in Chiesa (prima che qualcuno faccia battute magari fuori luogo)
6) però, visto che anche io sono una “rompina” su questi temi, dopo aver letto lo sfogo del sig. Dapelo, NON mi è sembrato giusto che un diversamente abile che ad esempio abbia voglia di mangiarsi un panino guardando il mare dal muretto del sagrato non possa usufruire del servizio dalle 12 alle 14.30
Ho contattato sia Don Salvatore (che per sfatare alcuni commenti comunico è fuori sede sino a domani e non era presente Domenica scorsa) sia Mentore Campodonico che Carlo Bagnasco e Fabio Mustorgi che a suo tempo aveva seguito nei minimi particolari la realizzazione di questo ascensore e ne conosce “regole” e destinazione”
TUTTI SI SONO RESI DISPONIBILI a sedersi ad un tavolo per trovare una soluzione che, pur rispettando “le regole”, PERMETTA L’USO dell’ Ascensore anche nell’intervallo. e mi sembra giusto che il Comune, visto che ha contribuito all’opera, si impegni per una miglior fruibilità di questo servizio (grazie)
Più di così non potevo fare … ma ovviamente seguirò che ciò che mi è stato promesso si realizzi anche.
Buona serata a tutti Nadia Amalia Emma Molinaris
P.S.:mi spiace x la lunghezza del post ma ho cercato di essere il più sintetica possibile.”

….

2
Ott

“AMATRICIAMOCI” … Mangiare fa BENE!!!

DOMENICA 2 OTTOBRE dalle ore 12… a Rapallo, MANGIARE FA BENE !!!
venite in TANTI … noi  e tanti altri amici saremo in Via Mameli pedonale a servirvi : Pasta all’ AMATRICIANA – TORTELLI di MONTEPEGLI – DOLCE – BEVANDA  e tanto CUORE… IL VOSTRO. Grazie vi aspettiamo! (Euro 12 a persona, 6 per i bambini) e finito di servire il pranzo,  vi serviremo i TORTELLI alla NUTELLA (offerta libera) TUTTO il RICAVATO  per  chi ha subito il terremoto in centro Italia.

(C.O.R – Comitato festeggiamenti Montepegli – Associazione A.TRE – Circolo della Pulce – Confesercenti – Lega Navale di Rapallo – Gruppo Storico Rapallo – Proloco Capitaneato )

foto-amatriciamoci

amatriciamoci-doppio2

 

31
Ago

SI COMUNICA:

La “ Domenica in Libertà” abbraccia il centro Italia

Con un veloce tam tam tra tutti gli aderenti la manifestazione, gli organizzatori comunicano che parte del ricavato di ogni scontrino battuto Domenica 4 settembre, ognuno in base alla propria attività sarà devoluto come aiuto alle popolazioni colpite dal sisma in segno di un piccolo abbraccio. La cifra raccolta sarà comunicata nei giorni successivi, per doverosa trasparenza e consegnata ai nostri Volontari del Soccorso che si recheranno direttamente sul posto.  A tal proposito si preavvisa che alcuni eventi organizzati da Cai Soccorso Alpino, Croce Bianca e Volontari del Soccorso, attivi in prima linea sul fronte degli aiuti, potrebbero essere modificati  o ridimensionati.

Circolo della Pulce gli Organizzatori  e tutti gli aderenti

31.08.16 levantenews terremotati domenica_libertà

versamento-terremotati-circolo-pulce

9
Giu

Leggi come Bevi e Parla come Mangi…

INVITO: Domenica 12 giugno, dalle ore 17.30, presso il Chiosco della Musica di Rapallo presenteremo, con un CinCin insieme all’autore Carlo A. Martigli, il libro “La scelta di Sigmund”- dal vino dei Papi al vino che assagerete per l’occasione  e che riserverà una sorpresa. Una presentazione con degustazione, inusuale e simpatica che ha anche come fine una raccolta ad offerta libera da destinarsi al servizio di Guardia Medica Pediatrica del Tigullio. Ricordiamo che tale servizio, molto sentito dai genitori, soprattutto nel periodo delle vacanze estive, viene portato avanti solo grazie al volontariato e finchè le generose offerte ne coprono i costi. Speriamo quindi in una partecipazione numerosa , ringraziando già sin da ora chi sarà presente. Il Circolo della Pulce

martigli di vino 6 invito

2
Mar

Partecipazione a “Buon Pomeriggio” a Tele Radio Pace

Se a qualcuno fa piacere OGGI alle 14,30 la Pulce, insieme a Claudio Solari di “Salviamo la Val Fontanabuona” è al programma “Buon Pomeriggio” di TelePace, a proposito della raccolta fondi pro alluvionati e della attenzione di un comune della “costa” per la nostra “valle” – grazie : Teleradiopace 1 – ore 14:30 – canale 15 del digitale terrestre o in streaming web su www.teleradiopace.tv BUON POMERIGGIO PULCE

26
Feb

S. Colombano: consegna fondi raccolti

Per descrivere certe emozioni… bisogna viverle, per questo oggi scrivo in prima persona queste righe.
Quando creai il personaggio della Pulce scelsi questo piccolo insetto, perché consapevole di essere poca cosa nell’universo in cui mi stavo addentrando, consapevole che avrei fatto solo piccoli gesti con un unico intento però, quello di far riaffiorare le nostre radici, il nostro modo più vero di essere comunità. Oggi alle 10,30 nella sala Consiliare di S. Colombano, presenti il Sindaco e il Vice sindaco di S. Colombano, il Sindaco di Leivi e il Vice sindaco di Carasco, il comitato “Salviamo la Val Fontanabuona” rappresentato da Claudio Solari e dalla Presidente Marisa Bacicalupo, ha consegnato le buste degli aiuti da noi raccolti, 2501 Euro in totale, per alcune famiglie alluvionate della Valle. “Cerimonia”semplice, ma ricca di quel sentimento palpabile di attenzione reciproca che in molti abbiamo ormai soffocato. Son state le frasi di Sabina a sintetizzare il momento, le sue lacrime nel ringraziare “quasi stupita” che qualcuno della “costa” avesse pensato ad aiutare la Valle. Se da un lato mi son sentita felice che il piccolo aiuto dato, grazie al Circolo e a tutti coloro che hanno aderito, fosse giunto nelle mani giuste, dall’altro ho provato una grande tristezza nel costatare che ciò che dovrebbe essere normale è diventato “straordinario”. In quella sala mi hanno accolto con un mazzo di fiori a rappresentare il lavoro di chi in Valle coltiva ancora ed io, ai Sindaci presenti, ho consegnato una dei miei disegni ironici che voglio condividere con tutti voi per quel messaggio che ho voluto trasmettere dentro le piccole tre parole della Pulce < Insieme è meglio>. Grazie a tutti di questa bella pagina di Umano vivere e sentire che lascia spazio ancora alla speranza.
Pulce (Nadia Amalia Molinaris)

26.02.15 levantenews san colombano pulce

salviamo la filig

 

…..

26.02.15 aldebaran san colombano pulce

…..

26.02.15 telepace s. colombanoe s.colombano pulce

 

…..